Neuropsicologia - DSA


In età evolutiva, la neuropsicologia si occupa della valutazione e del trattamento/potenziamento delle funzioni cognitive del bambino (ossia attenzione, linguaggio, memoria, percezione, prassie) e degli apprendimenti (lettura, scrittura e calcolo).
Si occupa inoltre della riabilitazione di eventuali deficit cognitivi e delle annesse implicazioni di tipo psicologico, affettivo e di personalità.

In età adulta e senile, con le persone affette da patologie neurodegenerative, la neuropsicologia offre validi strumenti di mantenimento delle abilità cognitive residue (in ambito linguistico, della memoria e delle capacità di attenzione), a partire da un’approfondita valutazione.

IL LAVORO DEL NEUROPSICOLOGO SI ARTICOLA IN:
• Attività di potenziamento delle funzioni cognitive di base e degli apprendimenti tramite giochi ed esercizi
• Accompagnamento alla individuazione e utilizzo di strategie compensative per meglio valorizzare le competenze presenti
• Sviluppo di uno stile metacognitivo di approccio al compito, ossia di riflessione e consapevolezza sui processi mentali e sui propri punti di forza e di debolezza

E’ INDICATO PER:

  • Disturbi dell’apprendimento (dislessia, disortografia e discalculia)
  • Disturbi dell’attenzione, memoria, percezione,…
  • Ritardo mentale o profilo cognitivo borderline
  • Patologie neurodegenerative senili e invecchiamento

Come ottenere la certificazione